Nei nostri articoli parliamo spesso di opere e delle loro storie, bellissime e coinvolgenti. Mi chiedo, però, se talvolta non sia anche il caso di parlare di qualche teatro. Non di un teatro qualunque, ma di qualche bel teatro, che cattura la vista allo spettatore, che gli fa vivere uno spettacolo ancor prima di assistere allo spettacolo stesso.

Quindi, cari lettori, oggi vi narrerò alcuni aspetti storici e curiosità legati al magnificente teatro dell’opera di Parigi: l’Opéra Garnier.

L’Opéra Garnier, o Palais Garnier, è un teatro d’opera situato nel IX arrondissement di Parigi. Fino al 1989 fu il primo teatro della capitale francese, nonché sede del Balletto dell’opera di Parigi, successivamente, dopo l’inaugurazione dell’Opéra Bastille, è diventato parte dell’Opéra national de Paris che lo utilizza principalmente per rappresentazioni di danza e opere barocche. Il teatro Garnier dal 16 ottobre 1923 è monumento storico di Francia.

Dal 1821 la sede dell’Opéra di Parigi era l’Opéra Le Peletier, considerata tuttavia provvisoria. Con l’instaurazione del Secondo Impero il progetto per una nuova sede riprese vigore. Entro il 1860 un decreto imperiale individuò la nuova sede e lanciò un concorso per la progettazione del palazzo. Lo vinse Charles Garnier, di ritorno da una serie di viaggi di studio in Grecia, in Turchia e ancora a Roma (dove fu ospite dell’Accademia di Francia). Questa costruzione è stata conosciuta per tanto tempo come l’«Opéra de Paris», ma dopo l’inaugurazione dell’Opéra Bastille nel 1989, le è stato dato il nome del suo autore: Charles Garnier. I due Teatri sono oggi riuniti nello stabilimento pubblico, industriale e commerciale, “Opéra national de Paris”.

 

LEGGI TUTTO L’ARTICOLO SUL MAGAZINE