PROSSIMAMENTE NEI GRANDI TEATRI: LE OPERE DI DICEMBRE 2019 - GENNAIO 2020

In Italia:

Teatro alla Scala (Milano):
TOSCA di Puccini (serata inaugurale della nuova stagione, 7 dicembre)
ROMÉO ET JULIETTE di Gounod (dal 15 gennaio al 16 febbraio)

Teatro Regio (Torino):
CARMEN di Bizet (dal 10 al 22 dicembre)
IL MATRIMONIO SEGRETO di Cimarosa (dal 15 al 24 gennaio)
VIOLANTA di Korngold (dal 21 al 28 gennaio)

Teatro La Fenice (Venezia):
LA TRAVIATA di Verdi (dal 4 al 29 gennaio)
A HAND OF BRIDGE di Barber e IL CASTELLO DEL PRINCIPE BARBABLÙ di Bartók (dal 17 al 25 gennaio)

Teatro Filarmonico (Verona):
MADAMA BUTTERFLY di Puccini (dal 15 al 22 dicembre)
LUCIA DI LAMMERMOOR di Donizetti (dal 26 gennaio al 2 febbraio)

Teatro Comunale (Bologna):
CAVALLERIA RUSTICANA di Mascagni e PAGLIACCI di Leoncavallo (dal 15 al 22 dicembre)
TRISTAN UND ISOLDE di Wagner (dal 24 al 31 gennaio)

Teatro del Maggio Musicale Fiorentino (Firenze):
LA BOHÈME di Puccini (dal 14 dicembre al 5 gennaio)
RISURREZIONE di Alfano (dal 17 al 23 gennaio)

Teatro dell’Opera (Roma):
LES VÊPRES SICILIENNES di Verdi (dal 10 al 22 dicembre)
TOSCA di Puccini (dal 12 al 21 dicembre)
I CAPULETI E I MONTECCHI di Bellini (dal 23 gennaio al 6 febbraio)

Teatro di San Carlo (Napoli)
LA DAMA DI PICCHE di Čajkovskij (dall’11 al 15 dicembre)
TOSCA di Puccini (dal 22 al 29 gennaio)

Teatro Petruzzelli (Bari):
LA BOHÈME di Puccini (dal 18 al 29 dicembre)
UN BALLO IN MASCHERA di Verdi (dal 24 gennaio al 1° febbraio)

Teatro Massimo (Palermo):
PARSIFAL di Wagner (dal 26 gennaio al 2 febbraio)

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO
Add a comment

Dopo 20 anni di assenza venerdì 29 novembre ore 20:30 torna al Teatro Pergolesi di Jesi la "Turandot" di Puccini

A 95 anni esatti dalla scomparsa di Giacomo Puccini, e dopo 20 anni di assenza dal cartellone lirico del Teatro Pergolesi, torna a Jesi l’opera “Turandot”, venerdì 29 novembre ore 20,30. L’opera, con la regia le scene i costumi e le luci firmate da Pier Luigi Pizzi, e la direzione di Pietro Rizzo, va in scena nella versione originale incompiuta. Replica domenica 1 dicembre ore 16.

A 95 anni esatti dalla scomparsa di Giacomo Puccini, e dopo 20 anni di assenza dal cartellone lirico del Teatro Pergolesi, torna a Jesi “Turandot”, venerdì 29 novembre alle ore 20,30. L’Opera viene proposta nella versione originale rimasta incompiuta, la stessa che debuttò il 25 aprile 1926 al Teatro alla Scala di Milano, sotto la direzione di Arturo Toscanini, il quale interruppe la rappresentazione a metà del terzo atto, due battute dopo il verso «Dormi, oblia, Liù, poesia!», ovvero dopo l'ultima pagina completata dall'autore. L’opera è il terzo titolo nel cartellone della 52esima stagione lirica di tradizione del “Pergolesi”, e sarà replicata domenica 1 dicembre alle ore 16. La dirige il M° Pietro Rizzo con la regia, le scene, costumi e luci di Pier Luigi Pizzi, in una nuova produzione della Fondazione Pergolesi Spontini in coproduzione con Fondazione Rete Lirica delle Marche, nello storico allestimento dell’Associazione Arena Sferisterio. L’orchestra è la Filarmonica Marchigiana, il coro Ventidio Basso di Ascoli Piceno è diretto da Giovanni Farina; i Pueri Cantores “D. Zamberletti” di Macerata sono guidati da Gian Luca Paolucci. Nella compagnia di canto, Turandot è il soprano Tiziana Caruso che, nel corso dell’anno, è stata già la principessa “di gelo” alla Shanghai Opera House e all’Ópera de Tenerife. Il principe ignoto (Calaf) è il tenore Francesco Pio Galasso, il basso marchigiano Andrea Concetti canta Timur, Maria Laura Iacobellis è Liù, Cesare Catani è l’imperatore Altoum, Paolo Ingrasciotta con Ugo Tarquini e Vassily Solodkyy, formano il trio dei ministri imperiali Ping, Pang e Pong. Completano il cast Egidio Egidi (il principe di Persia) e Erika Rombaldoni (la tentazione).

Turandot 2 okLa Turandot è un'opera in 3 atti e 5 quadri, su libretto di Giuseppe Adami e Renato Simoni, lasciata incompiuta da Giacomo Puccini che nel dicembre del 1923 completò tutta la partitura fino alla morte di Liù; il compositore morì a Bruxelles il 29 novembre 1924, lasciando le bozze del duetto finale. Successivamente la partitura fu completata da Franco Alfano, uno dei suoi allievi. Dopo la ‘prima’ al Teatro alla Scala di Milano, la sera successiva, sempre sotto la direzione di Arturo Toscanini, l'opera fu rappresentata nella sua completezza, includendo anche il finale di Alfano.

Il cartellone lirico del Teatro Pergolesi prosegue poi venerdì 20 dicembre ore 20.30, domenica 22 ore 16, con anteprima giovani mercoledì 18 dicembre ore 16, con l’opera “Carmen” di Georges Bizet, diretta da Beatrice Venezi con la regia di Paul-Émile Fourny, le scene di Benito Leonori, i costumi di Giovanna Fiorentini, light designer Patrick Méeüs, per una nuova produzione della Fondazione Pergolesi Spontini in co-produzione con Opéra-Théâtre de Metz Métropole, Opéra de Massy, Opéra de Reims, Centre lyrique Clermont Auvergne, Fondazione Rete Lirica delle Marche.

La 52^ Stagione Lirica di Tradizione del Teatro Pergolesi di Jesi Stagione è organizzata dalla Fondazione Pergolesi Spontini, con la direzione artistica di Cristian Carrara. La sostengono il Ministero dei Beni, delle Attività Culturali e del Turismo, e la Regione Marche; Soci Fondatori Comune di Jesi e Comune di Maiolati Spontini, Partecipanti Aderenti Comune di Monsano, Partecipante Sostenitore Camera di Commercio delle Marche, Fondatori Sostenitori Gruppo Pieralisi e Starcom Italia, con il patrocinio di Consiglio Regionale delle Marche. Educational partner Trevalli Cooperlat. Food partner America Graffiti. Sponsor PS Medical Center. Si ringraziano UBI BANCA, CLABO SPA e tutti i Mecenati 2019 per il contributo erogato tramite Art Bonus.

Info: Fondazione Pergolesi Spontini www.fondazionepergolesispontini.com 

Add a comment

Prossimamente nei grandi teatri: Le opere di Novembre - Dicembre 2019

In Italia:
Teatro alla Scala (Milano):
DIE ÄGYPTISCHE HELENA di Strauss (dal 6 al 23 novembre)
TOSCA di Puccini (serata inaugurale della nuova stagione, 7 dicembre)

Teatro Regio (Torino):
CARMEN di Bizet (dal 10 al 22 dicembre)

Teatro La Fenice (Venezia):
DON CARLO di Verdi (dal 24 novembre al 7 dicembre)

Teatro Filarmonico (Verona):
L’ELISIR D’AMORE di Donizetti (dal 17 al 24 novembre)
MADAMA BUTTERFLY di Puccini (dal 15 al 22 dicembre)

Teatro Comunale (Bologna):
FIDELIO di Beethoven (dal 10 al 16 novembre)

Teatro del Maggio Musicale Fiorentino (Firenze):
RIGOLETTO di Verdi (dal 16 al 26 novembre)
LA BOHÈME di Puccini (dal 14 dicembre al 5 gennaio 2020)

Teatro dell’Opera (Roma):
IDOMENEO, RE DI CRETA di Mozart (dall’8 al 16 novembre)
LES VÊPRES SICILIENNES di Verdi (dal 10 al 22 dicembre)

Teatro di San Carlo (Napoli)
ERMIONE di Rossini (dal 7 al 10 novembre)
LA DAMA DI PICCHE di Čajkovskij (dall’11 al 15 dicembre)

Teatro Petruzzelli (Bari):
EVGENIJ ONEGIN di Čajkovskij (dal 13 al 17 novembre)
LA BOHÈME di Puccini (dal 18 al 29 dicembre)

Teatro Massimo (Palermo):
BASTIANO E BASTIANA di Mozart (dal 5 al 15 dicembre)

SCOPRI TUTTE LE DATE
Add a comment

Il 28 Ottobre Gianfranco Pappalardo Fiumara protagonista al Festival Belliniano di Catania. La ricca stagione artistica del pianista ripostese proseguirà in prestigiosi palchi internazionali

Sarà una stagione ricca di concerti, tournée e riconoscimenti per il maestro Gianfranco Pappalardo Fiumara, pianista ripostese, riconosciuto sulla scena internazionale per l’interpretazione del repertorio barocco. E sarà proprio in Sicilia il primo dei grandi eventi che lo vedrà protagonista, il prestigioso Festival Belliniano di Catania, giunto alla sua undicesima edizione. Il 28 ottobre l’artista si esibirà, da solista, all’interno dell’incantevole Palazzo Biscari del capoluogo etneo, nel concerto “Bellini incontra Chopin”, con musiche di Vincenzo Bellini e Frédéric Chopin. “Sono davvero onorato di prendere parte a questo Festival, essendo un esecutore di Bach e Chopin – commenta Gianfranco Pappalardo Fiumara - Bellini nei suoi studi al Conservatorio di Napoli ha preso moltissimo dal cantabile di Bach e dal cantabile di Chopin. Nel corso della serata eseguirò anche trascrizioni di Thalberg su temi di Bellini e due brani di Bellini finora mai eseguiti. Tra l’altro il concerto si svolgerà in una location meravigliosa, Palazzo Biscari, nella sala dove Bellini da piccolo andava a suonare”.

Non mancano anche i grandi appuntamenti internazionali. Il pianista a novembre sarà interprete solista in una serie di concerti in programma a Liegi ed in altre sale del Belgio. Sempre in autunno Pappalardo Fiumara volerà a New York per il prestigioso Premio Callas. Poi a dicembre sarà protagonista nei teatri di Pitesti e di Bucarest, in Romania. Il prossimo aprile, poi, prenderà il via la tournée in Giappone. Nel paese del Sol Levante andranno in scena alcuni concerti da interprete solista del maestro Pappalardo Fiumara ed alcune produzioni del Mythos Opera Festival, manifestazione lirica ideata dallo stesso artista etneo con la direzione artistica di Nino Strano. Sempre in Giappone il pianista debutterà alla regia con La Traviata. Ma non finisce qui. Nel novembre 2020 Gianfranco Pappalardo Fiumara sarà grande protagonista di un concerto alla Carnegie Hall di New York, il tempio mondiale della musica classica, con il primo concerto di Beethoven. Una stagione densa per l’artista ripostese, protagonista di appuntamenti di grande pregio in Italia e all’estero. “Il mio auspicio – prosegue ancora Pappalardo Fiumara - è che anche i giovani interpreti possano riscoprire questo repertorio italiano per pianoforte, ad iniziare dagli stessi operisti come Paisiello e Cimarosa, toccando lo stesso Bellini, sino agli stessi trascrittori quali Thalberg e Liszt. Purtroppo è un repertorio poco conosciuto e valorizzato. Mi auguro – conclude - che venga riscoperto e portato in tutto il mondo con orgoglio”.

Add a comment

Educare all’opera: al via i progetti di educazione musicale della Fondazione Pergolesi Spontini, intorno alla Stagione Lirica di Tradizione del Teatro Pergolesi di Jesi

Hanno preso il via i progetti di educazione musicale della Fondazione Pergolesi Spontini dedicati alle scuole per avvicinare i giovani alla 52esima Stagione Lirica di Tradizione del Teatro Pergolesi di Jesi. Oltre 1700 le adesioni pervenute dalle scuole secondarie di II grado di Jesi, Fabriano, Falconara, Senigallia e Ancona per le anteprime giovani delle opere del cartellone - “Madama Butterfly”, il “CircOpera” dal titolo “Il lato nascosto”, “Turandot” e “Carmen” - nell’ambito del nuovo progetto “Musicadentro” in collaborazione con Orchestra Filarmonica Marchigiana, che accompagnerà gli studenti alla scoperta dei titoli del cartellone fino alla visione a teatro.

Sempre per le scuole, è proposta la terza edizione del progetto “Scuola Incanto” in collaborazione con Europa Incanto, quest’anno dedicata all’Elisir d’amore, un percorso per scoprire il capolavoro di Donizetti attraverso il canto, il gioco e la creatività.

È nella mission di un Teatro di Tradizione, quale è il Teatro Pergolesi di Jesi, sviluppare la cultura musicale, educare all’ascolto consapevole e stimolare alla conoscenza del melodramma e della musica sinfonica. Un obiettivo fondamentale che la Fondazione Pergolesi Spontini persegue da diversi anni lavorando insieme alle istituzioni del territorio e che si arricchisce oggi della collaborazione della Form-Orchestra Filarmonica Marchigiana e di Trevalli Cooperlat in qualità di Educational Partner 2019. Nella scia dell’ormai consolidato progetto “Ragazzi … all’opera!”, prende dunque il via quest’anno il nuovo format “Musicadentro”, un percorso di guida all’ascolto a cura del musicologo Cristiano Veroli, dedicato all’approfondimento delle opere liriche e dei compositori con un approccio multidisciplinare e multimediale. Oltre alla presentazione di trame e vicende biografiche si parlerà di storia della musica, letteratura, storia dell’arte, storia e filosofia. Il progetto sarà propedeutico alla partecipazione alle anteprime delle opere in programma nella Stagione Lirica e ad alcuni dei concerti della Stagione Sinfonica del Teatro Pergolesi.

Add a comment

Leggi tutto