Franco Vassallo debutta al Rossini Opera Festival

Dopo essere stato per anni un Figaro di riferimento e avere cantato il Barbiere di Siviglia nei più importanti teatri d’opera del mondo, ora Franco Vassallo approda a Pesaro, nel tempio della musica rossiniana.
Il baritono sarà protagonista, assieme ad alcuni dei più apprezzati interpreti di Rossini, del prestigioso GALA ROF XL, che si terrà il 21 agosto alle ore 20.30 all’Arena di Pesaro.
Affidata a lui, naturalmente, la celeberrima aria Largo al factotum.
Franco Vassallo ha interpretato il personaggio di Figaro in ben 15 produzioni differenti: dal Teatro alla Scala, al Metropolitan Opera di New York, dall’Opera di Vienna all’Arena di Verona, e poi Firenze, Venezia, Monaco.
«Quello di Figaro è stato senz’altro un ruolo chiave per la mia carriera – dichiara Franco Vassallo – mi ha proiettato nei più importanti teatri del mondo a fianco di colleghi straordinari come Juan Diego Florez (che rincontrerò al Gala di Pesaro) Joyce Di Donato, Elina Garrança…
Il mio percorso artistico si è poi evoluto in opere di diverso calibro vocale; il caso e i contratti per i nuovi ruoli mi hanno così allontanato dall’amato Figaro. Un rimpianto era proprio quello di non averlo presentato sulle scene pesaresi».
«Ma il 2019 – prosegue Vassallo – mi ha fatto due regali: il Gala ROF appunto e lo scorso maggio, un invito da parte della Staatsoper di Amburgo a cantare, come ospite d’eccezione l’ultima recita della loro storica produzione del Barbiere. Tanto è l’affetto per questo personaggio che ho voluto acquistare il costume di scena, per paura che andasse al macero assieme alla scenografia, salvando così almeno un pezzo di una produzione storica e stupenda».
Oggi Vassallo è tra gli interpreti verdiani più apprezzati e, infatti, il prossimo 28 settembre sarà la volta della Luisa Miller, nel nuovo allestimento del Festival Verdi di Parma, affidato alla regia di Lev Dodin e alla direzione di Roberto Abbado. Con Luisa Miller saranno 18 i titoli verdiani da lui interpretati.
Seguiranno Aida a Barcellona e in primavera l’atteso Don Carlo al Festival di Salisburgo.

Add a comment

Premio Internazionale Maria Callas 2019, la VI Edizione premia il soprano Raina Kabaivanska

Il “crescendo” del Festival Internazionale Maria Callas tra Verona, Busseto e Fiuggi per nuove attività in nome di Maria Callas.

 

Il Festival Internazionale Maria Callas nasce a Verona il 2 Dicembre 2013 per il 90° anniversario della nascita del grande soprano.

Il motto che lo caratterizza è Happy Birthday Maria Callas! perché dalla prima edizione si svolge tra due date significative: il 2 Dicembre, giorno della nascita dell’artista e il 2 Agosto, data del suo debutto areniano.
Il festival giunge quest’anno alla sua VI Edizione e conferma le collaborazioni e nuove partnership con lo sguardo verso New York per il 2023, anno del Centenario della nascita della “Divina”.
Tra le collaborazioni nate con il Festival si evidenzia quella con la Warner Classics, che dal 2014 segue le attività del festival con l’ascolto esclusivo delle incisioni di Maria Callas, quella con l’Istituto Luce di Cinecittà per i contributi video, quella con il Museo della Radio di Verona per la sua collezione di grammofoni e dischi d’epoca, quella con lo storico Circolo Tullio Serafin e dal 2018 quella con l’Accademia Renato Bruson di Busseto e con RETE DUE della Radiotelevisione Svizzera italiana.

Add a comment

Leggi tutto

Viaggio a Torre del Lago: al Festival si respira Puccini

Lo avevamo preannunciato nello scorso articolo che saremmo stati presenti in prima persona alla kermesse di Torre del Lago. Ci aspettavamo che sarebbe stato nuovo ed emozionante vivere l’Opera sia da spettatore che da “addetto ai lavori”, ma siamo felici di poter dire che la realtà ha superato le nostre aspettative. Sono stati due giorni intensi, a cominciare dai viaggi in treno – compresi di cambi, attese e rischio di perdere le coincidenze – per poi continuare con la visita di Viareggio e della meravigliosa Torre del Lago.

In questo fine settimana abbiamo respirato la magia dell’Opera in ogni strada, bar o ristorante, che non mancava mai di ricordarci che il Maestro era passato di lì. L’emozione più grande, ovviamente, è stato quello di vivere l’Opera in maniera diversa, più completa, a 360°. Abbiamo vissuto l’Opera da spettatori, godendoci la performance dagli spalti, e assaporando ogni istante della rappresentazione, così come abbiamo vissuto l’Opera dal dietro le quinte, correndo da una sala all’altra e assistendo alla preparazione degli artisti, dei costumi, del trucco e parrucco.

Add a comment

Leggi tutto

A Torre del Lago in scena la prima di Madama Butterfly

Il Giappone torna ad incantare l’Italia questa sera con la prima di Madama Butterfly.

Il Nuovo allestimento, che vede la coproduzione dell’Opéra Royal de Wallonie-Liège, vede la regia di Stefano Mazzonis di Pralafera e Alberto Veronesi come Direttore d’Orchestra. Hiromi Omura darà la voce alla nostra dolce Ciò Ciò San, mentre Stefan Pop vestirà i panni di F. B. Pinkerton.

Restate collegati per lasciarvi emozionare insieme a noi sulle note di “Un bel dì vedremo”!

Martina Corona

Add a comment

Mancano poche ore a La Fanciulla del West

OperaLife è estremamente felice di partecipare alla seconda performance di La Fanciulla del West alla 65ma edizione del Festival Puccini di Torre del Lago. Dopo la prima del 12 luglio, che ha visto il debutto del soprano Maria Guleghina nel ruolo di Minnie, troviamo la regia firmata da Renzo Giacchieri e le interpretazioni di Irene Cerboncini in Minnie, Alejandro Roy nel ruolo di Dick Johnson e Luca Grassi in Jack Rance, alla conduzione Gianna Fratta.
Uno spettacolo tutto da gustare, che noi di OperaLife condivideremo con voi!
Stay tuned!

Martina Corona

Add a comment