Lo scorso 6 maggio una rappresentanza del Liceo Musicale “Pigafetta” di Vicenza, assieme al coro della Schola San Rocco ha avuto l’onore di poter cantare l’“Ave Verum” di Mozart diretta dal maestro András Schiff, che si trovava a Vicenza per svariati concerti nella magnifica cornice del Teatro Olimpico.

Per la seconda volta il maestro ha potuto – così ha raccontato ai numerosi ragazzi provenienti dalle scuole nel corso della sua lezione concerto – parlare direttamente ai più giovani e raccontare loro la musica. In un teatro gremito, il Maestro ha preso la parola più volte e ha incantato tutti spiegando la bellezza della musica in un mondo sempre più incerto: il pianista e direttore d’orchestra ha, fra l’altro, espresso la sua preoccupazione per il futuro dei giovani, perché guardandosi intorno si possono vedere soltanto conflitti. La musica rappresenta la pace, l’armonia, la gioia del mondo, rappresenta un’occasione per ritrovare sé stessi in un mondo caotico. Attraverso le sue parole, i presenti hanno avuto la possibilità di comprendere la personalità del grande musicista, che nella sua umiltà ha dimostrato che cosa significa fare musica e ha insegnato il valore che ha.

Con questo spirito ha diretto i ragazzi nell’esecuzione del magnifico “Ave Verum”, sottolineando attraverso il gesto la spiritualità del brano e, soprattutto, la grandezza di una partitura costruita su un perfetto equilibrio tra ognuna delle parti, il tutto coronato poi da quel momento di silenzio prima che il direttore abbassi le mani che si è dimostrato quasi più ricco di musica di tutto il resto.

 

 

LEGGI TUTTO L’ARTICOLO SUL MAGAZINE