Cari amici di OperaLife ben ritrovati!

Nella vita, come tutti sappiamo, le cose cambiano, le situazioni si evolvono, si incontrano delle difficoltà e, quando si è fortunati, si è felici. Io mi trovo in uno di quei periodi di transizione in cui a volte non si sa bene cosa fare, l’unica cosa che so è che ho ancora voglia di sognare. Una voglia pazza e immensa di sognare un futuro felice, col cuore pieno di gioia e circondata da tanto amore.

Così, per aiutare questi desideri di sogni felici, mi concedo qualche aria romantica. Sono giorni che ascolto “A te, o cara” e “Se il destino a te m’invola” tratte da “I Puritani”, “Contro un cor che accende amore” de “Il barbiere di Siviglia”, “Ch’ella mi creda libero e lontano” da “La fanciulla del West”, “Lo vidi, e ‘l primo palpito” da “Luisa Miller”. E più le ascolto e più penso che dovrebbero essere più famose di quello che sono.

Le trovo davvero emozionanti e in grado di migliorare l’umore all’istante, sono in grado di racchiudere perfettamente quel bisogno d’amore che c’è in tutti noi. Sono pura poesia.

Per cui, se non vi fosse ancora capitato, vi consiglio di andare ad ascoltarle per vedere che ho ragione! (Le trovate tutte sul nostro canale YouTube).

 

LEGGI TUTTO L’ARTICOLO SUL MAGAZINE