Il Teatro dell'Opera di Roma, vera magia della Capitale

I teatri sono luoghi affascinanti, maestosi e pieni di colori scintillanti che rievocano i fasti di un tempo passato. Nonostante l’antichità che li caratterizza, in alcuni casi dovuta ad una storia secolare, non passano mai di moda e sono belli oggi esattamente come allora. Poche volte ci si sofferma a guardare questo gigante che, con i suoi colori caldi che sfumano tra il rosso e l’oro, sembra quasi avvolgerci ed immergerci in un altro mondo. Quando si entra in un teatro è come se si affrontasse un viaggio nel tempo. Quel palcoscenico è stato calcato milioni di volte e quelle sedie hanno ospitato milioni di cuori traboccanti di emozioni. A pensarci bene, il teatro potrebbe essere definito non solo lo specchio della vita, ma anche un luogo di scambio, un luogo in cui il contatto umano tra spettatori ed attori è quasi assoluto. Quando canti un’opera metti a nudo la tua anima, il tuo cuore e le tue emozioni e questo viene percepito dallo spettatore, che si lascia travolgere dalle emozioni, sia proprie sia dell’artista che in quel momento sta cantando. Per cui sì, il teatro è decisamente un luogo magico ed oggi parleremo della storia di uno dei teatri più importanti d’Italia, il Teatro dell’Opera di Roma.

Add a comment

Leggi tutto

L'Opera e la pubblicità

L’Opera, come abbiamo avuto più volte modo di riscontrare, è sinonimo di qualità e in qualche modo, anche per chi non la conosce approfonditamente, di “italianità”. Non è un caso, infatti, che i brand di moda italiani abbiano scelto di affiancare il proprio marchio all’Opera o che i cantanti siano stati scelti come testimonial dagli stessi. Oggi, dopo aver approfondito diverse “collaborazioni” tra il mondo dell’Opera ed il mondo “esterno”, analizzeremo il suo ruolo nella pubblicità.

Add a comment

Leggi tutto

Un’estate da Re

Ieri sera, nella bellissima Reggia di Caserta, si è svolta la prima rappresentazione del Nabucco di Giuseppe Verdi con la direzione del Maestro Daniel Oren. L’Opera ha riscosso un grandissimo successo anche grazie al Maestro Leo Nucci che ha interpretato Nabucodonosor sotto la regia di Stefano Trespidi.

Il fatto che l’impresa artistica si sia svolta nella Reggia non è da sottovalutare, dati gli innumerevoli e ben conosciuti problemi di quest’ultima. Il progetto in questione è stato promosso dalla Regione Campania, realizzato in collaborazione con la Reggia di Caserta e il MIBACT e curato dalla Società Campana Beni Culturali.

Add a comment

Leggi tutto

La figura del Direttore d'Orchestra

A che cosa serve il Direttore d’orchestra?” Questa è senza dubbio la domanda che qualsiasi neofita si pone, dopo essersi avvicinato però da qualche tempo all’opera. Non è infatti la prima cosa a cui si pensa generalmente, poiché in primis si è affascinati dalle voci e dalla musica. Non si riesce a capire come faccia un essere umano ad emettere suoni così belli o come il compositore riesca a mettere insieme le note che dipingono in modo così esatto i nostri sentimenti. Di primo acchito non ci si preoccupa troppo di quell’uomo in piedi sul podio, intuiamo che dirige l’orchestra ma non abbiamo la minima idea se faccia solamente quello e soprattutto in che modo ci riesca. Ciò accade perché la sua è senza dubbio la figura più completa e affascinante all’interno della grande squadra che dà vita ad uno spettacolo d’opera.

Add a comment

Leggi tutto

Il soprano Chiara Taigi incanta la Russia

Dopo lo straordinario successo riscosso nel ruolo di Tosca, a grande richiesta, il soprano di fama internazionale Chiara Taigi ritorna in Russia, indossando stavolta i panni di Liza e misurandosi con una delle più grandi opere di Pëtr Il'iĉ Čajkovskij: “La Dama di Picche”. Accompagnata dall'orchestra Tchajkowsky, che quest'anno festeggia il Jubileum dalla nascita, l’opera, andata in scena nel mese di aprile, ha conquistato il plauso di pubblico e critica. La Dama di Picche, un capolavoro russo della prosa di Aleksandr Sergeevič Puskin, è tra le opere più rappresentate al mondo. Nel 1890, il musicista Pëtr Il'iĉ Čajkovskij rappresentò a Pietroburgo l'opera in tre atti, ispirata al racconto di Puskin. Tutti i personaggi si saldano con l'invenzione musicale, adeguandosi al supremo testo puskiniano.

Add a comment

Leggi tutto