La maestosità del Nabucco

“Va pensiero, sull’ ali dorate”...parole queste, oltre che incantevoli, evocative in tutti noi di un’emozione e d’un senso di riconoscimento. “Va pensiero” rappresenta un messaggio ma anche un inno, in tutto il suo struggimento e solennità. È proprio questo uno dei momenti che più ho atteso nella mia “formazione operistica”: assistere alla rappresentazione di un’aria che ho sempre creduto d’aver nelle corde. Un coro che comincia timido, per poi “esplodere” in una gravità di suoni che annunciano una poesia in musica. Quasi come una preghiera, un’aria che incarna l’incanto colpendo al cuore ed ammaliando qualsiasi ascoltatore. 

Add a comment

Leggi tutto

Interpretare Figaro...

Vivere quest’esperienza è stato davvero interessante e affascinante dato il fatto che sono un bassista, che sicuramente si trova a volte a cantare, ma non di certo brani operistici!

Il personaggio di Figaro è davvero esaltante in quanto come tutti sanno, lui è il factotum della città, quindi per interpretarlo ci vuole bravura e carisma. Il testo è bellissimo perché il barbiere in quest’aria si presenta alla città ostentando le sue doti ed il fatto che fosse così richiesto, il tutto detto in totale autocompiacimento!

Add a comment

Leggi tutto

Cosa ne pensi dell'Opera?

Abbiamo fermato 7 ragazzi per strada e abbiamo chiesto loro di rispondere a tre semplici domande.
Lo scopo di questo mini-sondaggio è quello non solo di stimolare la curiosità dei giovani, ma anche di conoscere quale sia l’opinione reale di chi già apprezza l’Opera e di chi sta muovendo i primi passi nel suo meraviglioso mondo.

Cominciamo subito!

Add a comment

Leggi tutto

Un Otello magico allo Sferisterio di Macerata

 

Ecco la testimonianza di una giovane appassionata, che ci racconta com’è stato vedere l’Opera. Sensazioni, impressioni ed emozioni per un’esperienza unica come l’Opera sa essere.

Raccontateci anche voi le vostre! Scriveteci a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Add a comment

Leggi tutto

La mia prima vera volta con l'Opera

La mia prima vera volta con l’Opera è stata circa un mese fa. Ma prima di iniziare a raccontare la mia esperienza, devo fare una piccola premessa.

Ho avuto la fortuna di vedere l’Opera dal vivo una decina di anni fa. Mi trovavo a Verona insieme a mia madre, grande appassionata del genere, e mia sorella. Era giugno per cui la stagione operistica aveva già iniziato ad infiammare il palco dell’Arena, così abbiamo colto l’occasione anche noi. Vidi due opere: la Carmen di Bizet e l’Aida di Verdi. E questa precisazione è necessaria, perché vi aiuterà a capire cosa mi ha sconvolto a dieci anni di distanza. Tornando a noi.

Add a comment

Leggi tutto

Altri articoli...