L'Opera e il progresso: la ricerca di scenografie e regie nuove

 

L’Opera, oltre alla sua componente primaria – la musica-, comprende anche un importante fattore visivo: la scenografia.

Negli ultimi anni la ricerca di scenografie e regie nuove e all’avanguardia ha portato, sempre di più, i grandi palcoscenici a sperimentare cose audaci e mai viste. Su questo tema, ovvero la ricerca di attualizzare l’Opera attraverso regie e scenografie, vi sono numerose discussioni tra i melomani, molto spesso vicini alle scenografie classiche, mentre dall’altra parte troviamo registi e scenografi desiderosi di mostrare altre sfaccettature dell’Opera stessa. Tra questi due “fuochi” troviamo i cantanti, che spesso si trovano a cantare appesi o, ancora peggio, in posizioni realmente scomode nel punto saliente della vicenda.

Add a comment

Leggi tutto

La Moda e l'Opera

Da molti anni nel nostro Paese si è rafforzata la “triat d’union” tra l’Opera e altre attività artistiche. Infatti oltre all’Opera, a “combattere spalla a spalla” per il Made in Italy , c’è la moda, che rende grande l’Italia in tutto il mondo.

Add a comment

Leggi tutto

Chiara Taigi incanta il pubblico siciliano

Chiara Taigi: “Porterò la Sicilia con me a Bangkok nel rappresentare, a novembre, Santuzza, nella più completa dignità delle donne siciliane.”
Chiara Taigi, soprano di fama internazionale, durante le sue esibizioni, trasmette il pathos al grande pubblico, donando pagine di indubbia bellezza. Con la sua incantevole voce, Chiara Taigi mostra la sua interiorità spirituale, spinge il suo sguardo oltre il visibile, crea una trasfigurazione della realtà. La critica russa l’ha definita “Regina dell'Opera” per il senso umano con il grande pubblico e per i meravigliosi concerti che si sono tenuti presso palazzi imperiali quali: Konstantinovsky, Pushkin, Castello di Novgorod e Imperiali Residenze Sanpietroburghesi.

Add a comment

Leggi tutto

L'Arena di Verona, la culla dell'Opera

L’Arena è il simbolo indiscusso della città di Verona, che fin dall’antichità offriva ai cittadini svariate tipologie di spettacoli, tra i quali erano compresi anche i combattimenti tra gladiatori. La data della costruzione si pensa che possa risalire al I d.C., tra l’impero di Augusto e l’impero di Claudio, ma, a causa delle poche testimonianze, la datazione non può essere più precisa. Fu restaurata in seguito da Teodorico, re dei Goti, che la sfruttò come cava di pietre di marmo. Dal 1660 fu sede di spettacoli come la caccia dei tori. Possiamo trovare le prime opere solo a partire dal 1800, ma la prima vera “stagione lirica” fu inaugurata nel 1913. Dal 1913, quindi, divenne il più grande teatro lirico all’aperto del mondo.

Add a comment

Leggi tutto

Il Teatro dell'Opera di Roma, vera magia della Capitale

I teatri sono luoghi affascinanti, maestosi e pieni di colori scintillanti che rievocano i fasti di un tempo passato. Nonostante l’antichità che li caratterizza, in alcuni casi dovuta ad una storia secolare, non passano mai di moda e sono belli oggi esattamente come allora. Poche volte ci si sofferma a guardare questo gigante che, con i suoi colori caldi che sfumano tra il rosso e l’oro, sembra quasi avvolgerci ed immergerci in un altro mondo. Quando si entra in un teatro è come se si affrontasse un viaggio nel tempo. Quel palcoscenico è stato calcato milioni di volte e quelle sedie hanno ospitato milioni di cuori traboccanti di emozioni. A pensarci bene, il teatro potrebbe essere definito non solo lo specchio della vita, ma anche un luogo di scambio, un luogo in cui il contatto umano tra spettatori ed attori è quasi assoluto. Quando canti un’opera metti a nudo la tua anima, il tuo cuore e le tue emozioni e questo viene percepito dallo spettatore, che si lascia travolgere dalle emozioni, sia proprie sia dell’artista che in quel momento sta cantando. Per cui sì, il teatro è decisamente un luogo magico ed oggi parleremo della storia di uno dei teatri più importanti d’Italia, il Teatro dell’Opera di Roma.

Add a comment

Leggi tutto